Il cartomante o sensitivo è anche un ritualista ?

La risposta è ovviamente NO. Colui che, nelle pagine del proprio sito o in altri spazi pubblicitari, si definisce principalmente cartomante sensitivo, NON è un reale operatore ritualista e NON è in grado di praticare concretamente alcun intervento magico. Va precisato, tuttavia, che un ritualista autentico può essere anche un valido cartomante o sensitivo.

La mantica della cartomanzia non ha nulla da spartire con l’alta magia operativa che, mediante apposite manipolazioni energetiche, consente di alterare, nei limiti del possibile, l’andamento di un particolare evento. La cartomanzia, d’altro canto, può solo far luce su eventi appartenenti alla sfera passata o presente del richiedente, nonchè fornire indicazioni in chiave futura che l’interessato deciderà o meno di seguire.

La sensitività, per contro, è la capacità di individuare aspetti di un individuo senza l’ausilio di strumenti di divinazione quali, per l’appunto, i tarocchi, il pendolo e quant’altro.

Tanto la cartomanzia quanto la sensitività possono essere catalogate nel grande insieme rappresentato dalla disciplina esoterica, ciononostante non sono in alcun modo imparentate con l’arte della ritualistica intesa come pratica energetica ai livelli più alti. Colui che si definisce cartomante sensitivo e, al tempo stesso, afferma di praticare legamenti d’amore, magia rossa, magia bianca e via dicendo, ha quasi sempre iniziato la sua attività grazie alla cartomanzia (magari in qualche centro 899 o simili) e si è successivamente “evoluto” improvvisandosi ritualista.

Non è difficile, inoltre, consultare il pubblico archivio di siti internet (ora non più attivi) di qualche anno addietro, grazie al quale è possibile notare che gli stessi soggetti che ora, in un nuovo sito, si definiscono esperti “ritualisti con esperienza pluriennale” erano, in realtà, semplici cartomanti che, mediante numerazione normale o a pagamento, provvedevano unicamente consulti di cartomanzia.

Detti soggetti, in rari casi, hanno scelto di frequentare un pseudo-corso di arti magiche e ne ostentano l’attestato ricevuto come se quel pezzo di carta (il cui ottenimento è stato pagato a caro prezzo) costituisse prova di reale professionalità e competenza in materia. Tutti gli altri ex-cartomanti, al contrario, si sono semplicemente riciclati con nuova pubblicità informatica e con altro numero di telefono, indossando nel giro di poche ore l’abito del ritualista.

Inutile rimarcare come il cambio di ruolo sia stato pensato unicamente a fini economici, NON essendo la pratica magica più solenne insegnata nè appresa in nessuna scuola e risultando i soggetti di cui sopra totalmente inadatti alla ritualistica operativa, in quanto privi delle nozioni e capacità per intervenire in ambito occulto. A voi, pertanto, trarre le debite conclusioni e selezionare con cautela l’operatore al quale avrete deciso di rivolgervi.

CONTATTA ORA ATHOS
(tel. +39 02 45075380)

Trattamento dei dati personali in conformità al REG. UE 2016/679. Privacy | Termini e Condizioni

Accetto