Legamenti d’amore con fotografia

Il significato e la funzione dei legamenti d’amore sono già stati più volte trattati nel presente blog; ciò che si intende prendere in considerazione nel presente articolo, pertanto, sono i legamenti d’amore con foto, caratterizzati da un alone di fascino immotivato e da impietosi fallimenti ottenuti.

Il legamento d’amore con fotografia rappresenta un classico della tradizione esoterica e contempla l’utilizzo di due foto, rispettivamente con l’immagine del richiedente e della persona da legare. La fotografia, di per sè, non costituisce nulla e non ha nessuna valenza, essendo un qualsiasi soggetto identificato con i propri dati anagrafici in luogo di un percorso ritualistico intrapreso. Sono ancora in numero considerevole, tuttavia, gli individui che, tratti in inganno da notizie fuorvianti reperite ormai ovunque circa i legamenti d’amore con fotografia e non solo, rimangono convinti che l’utilizzo di una foto sia indispensabile all’esecuzione di un legamento d’amore e al corretto esito dello stesso.

E’ opportuno, in proposito, sfatare un mito che da troppo tempo resiste: una fotografia NON serve a nulla e non è condizione sufficiente per riavvicinare la persona amata o decretare la riuscita di un intervento. I parametri che consentono di includere un soggetto in una ritualistica di qualsivoglia natura (inclusi i cosiddetti legamenti d’amore con fotografia) sono i dati anagrafici, ovvero il nome, cognome e data di nascita. Non contano nulla nè l’ora di nascita nè l’ascendente, non essendo l’astrologia in nessun modo correlata all’esoterismo. Un Medium qual è Athos, in quanto tale, non ha mai la necessità di lavorare con fotografie poichè opera, nel pieno rispetto dell’etica e della moralità, le VERE ritualistiche in grado di apportare cambiamenti concreti e basate su canalizzazioni energetiche a livello medianico di meravigliosa efficacia.

Si consideri, inoltre, che una fotografia diventa quasi sempre oggetto di minacce e/o pressioni da parte dell’operatore di turno poichè può costituire fonte di ricatto futuro. Sempre più frequenti, infatti, sono i casi in cui la disonestà dello pseudo-operatore sfocia in continue richieste di denaro per interventi successivi al presunto legamento d’amore con fotografia eseguito, allo scopo di risolvere continui problemi nati in corso d’opera e immettendo di fatto l’assistito in un vortice di ricatti dai quali diventa particolarmente arduo uscirne. Non di rado, a seguito di tali ricatti e di un’eventuale rifiuto nel procedere ad altri pagamenti, l’assistito viene minacciato di danni alla sua persona mediante procedure esoteriche in magia nera e, nei casi più gravi, perseguitato telefonicamente secondo i canoni tradizionali dello stalking. Ulteriori informazioni in merito sono disponibili al punto n.8 della pagina relativa a come evitare le truffe.

CONTATTA ORA ATHOS
(tel. +39 02 45075380)

Trattamento dei dati personali in conformità al REG. UE 2016/679. Privacy | Termini e Condizioni

Accetto