Legamenti d’amore impositivi: magia rossa o nera ?

I legamenti d’amore impositivi costituiscono, al pari di un qualsivoglia intervento in magia nera, quanto di più cruento ed inopportuno sia possibile realizzare in ambito esoterico. Dette ritualistiche, definite anche “rituali di comando”, implicano sempre un’azione coercitiva e debbono essere necessariamente evitate per i motivi esposti nel seguito.

E’ opportuno premettere che non esistono legamenti d’amore impositivi in magia rossa: l’operatore che afferma di praticare tale tipologia di rituali avvalendosi della nobile e potente magia rossa, pertanto, altera la realtà dei fatti con piena consapevolezza e manifesta grave irresponsabilità nei confronti dell’assistito che ne richiede le prestazioni. Un legamento d’amore impositivo non potrà MAI essere condotto in magia rossa, non prevedendo quest’ultima alcuna forma di costrizione sul soggetto destinatario.

Qualsiasi rituale di comando, per contro, implica il ricorso alla bassa magia nera, nelle cui pratiche rientrano anche i legamenti d’amore impositivi per forzare ed alterare la volontà, nonchè la personalità di un individuo. I rituali coercitivi quali i legamenti d’amore impositivi, a differenza dei legamenti in magia rossa, NON producono risultati permanenti e scatenano violente ripercussioni energetiche su mittente e destinatario della ritualistica. La magia nera, per l’appunto, contempla l’evocazione delle più pericolose entità demoniache la cui azione, nel peggiore dei casi, sfocia in una possessione maligna che anche l’esorcista più abile faticherebbe a sconfiggere.

E’ incredibilmente alto il numero di operatori che, incuranti dei rischi derivanti dal loro modus operandi, pubblicizzano e raccomandano legamenti d’amore impositivi in magia rossa (mentendo), nonchè legamenti d’amore impositivi in magia nera (tacendo sulla reale pericolosità di tali pratiche). In alcuni casi, detti rituali coercitivi vengono consigliati a prescindere, al solo fine di agevolare la richiesta di soggetti disperati e, conseguentemente, avanzare quante più pretese economiche possibili. Si invita a diffidare di qualsiasi operatore, o presunto tale, il quale proponga rituali coercitivi di qualsiasi tipo e si vanti, come sovente accade, di possedere particolari capacità nel padroneggiare la magia nera: Athos ha da sempre richiamato l’attenzione sulla pericolosità delle pratiche esoteriche che snaturano la volontà individuale e, pertanto, chi sceglie di affidarsi comunque a rituali impositivi di magia nera è perfettamente conscio dei rischi in cui incorre. Non ci si lamenti, in seguito, dei tremendi effetti sofferti e non si pretenda il miracolo dall’operatore che dovrebbe, a quel punto, rimediare alla sciagurata follia altrui.

A prescindere da ciò, è convinzione di chi scrive ritenere che i legamenti d’amore impositivi contravvengano a qualsiasi principio morale e il proposito di tenere legata a sè una persona con l’imposizione non manifesta nulla di etico, nè di logico. Un rapporto di coppia deve basarsi, in primo luogo, su sentimenti autentici e non su forzature innaturali per soddisfare un capriccio personale o mascherare l’incapacità di accettare una sconfitta. Risulta davvero difficile comprendere con quale spirito di appagamento si possa concepire di avere accanto a sè un individuo scevro di sentimenti e soggiogato, alla stregua di un automa, da un rituale di comando o altra pratica coercitiva. A chiunque obietti, in proposito, che anche un legamento in magia rossa incida comunque sulla libera scelta, è doveroso rispondere che la magia rossa adottata in ambito medianico produce sollecitazioni, e non forzature, sulla sfera emotiva e sentimentale del soggetto destinatario, con l’unico obiettivo di creare i presupposti allo sviluppo di un rapporto sano ed autentico: l’esatto opposto di quello che un legamento d’amore impositivo in magia nera presenta come obiettivo dichiarato.

CONTATTA ORA ATHOS
(tel. +39 02 45075380)

Trattamento dei dati personali in conformità al REG. UE 2016/679. Privacy | Termini e Condizioni

Accetto