Comportamento di chi subisce un legamento d’amore

Il comportamento di chi subisce un legamento d’amore può assumere connotazioni opposte, dipendentemente dalla scelta di adottare la magia rossa o la magia nera. Trattandosi di due tipologie di magia totalmente opposte, è quanto mai indispensabile descrivere le differenze comportamentali associate a ciascuna di esse.

Sintomi e conseguenze di un legamento d’amore in magia rossa

Il vero legamento d’amore, l’unico che può dare risultati eccellenti e definitivi nel tempo, viene eseguito in ambito medianico utilizzando la potente magia rossa. Athos è un Medium canalizzatore che opera a qualsiasi distanza e si avvale di interazioni costanti con entità angeliche di luce purissima: tale prerogativa, unita alla messa in atto di pratiche ritualistiche rigorosamente POSITIVE, consente di non avere alcun timore sul comportamento di chi subisce un legamento d’amore e di non curarsi di cosa succede dopo un legamento d’amore. Non esistono conseguenze dannose a seguito di un rituale operato da un professionista con facoltà medianiche innate, contrariamente a quanto avviene con soggetti improvvisati o dispensatori di improbabili tecniche garantite.

I primi sintomi di un legamento d’amore in magia rossa realizzato da Athos consistono in un riavvicinamento graduale della persona che si è allontanata (nel caso di un ritorno) o della persona di cui si è innamorati, ma dalla quale non si viene corrisposti. E’ questo il comportamento manifestato da chi subisce un legamento d’amore in magia rossa, anche se il termine “subire” non è propriamente adatto al destinatario di un rituale di magia positiva. Un intervento con finalità benefiche e non coercitivo non può essere mai subìto, dal momento che non produce una forzatura del libero arbitrio o della volontà individuale: è improprio, quindi, argomentare di essere vittima di un legamento d’amore, poichè l’accezione negativa attribuibile al termine “vittima” denota effetti avversi attribuibili unicamente alla magia nera.

Comportamento di chi subisce un legamento d’amore in magia nera

E’ di primaria importanza, a proposito di magia nera, chiedersi quale sia il comportamento di chi subisce un legamento d’amore eseguito attraverso il ricorso ad entità infernali, in quanto le conseguenze e i rischi cui richiedente e destinatario sono esposti assumono connotazioni preoccupanti. Legamenti d’amore ed altri rituali appartenenti alla magia più oscura devono essere categoricamente evitati, non soltanto perchè divengono causa di effetti devastanti ma anche in virtù del fatto che, oltre a non produrre risultati stabili nel tempo, possono sfociare in possessioni demoniache vere e proprie. Un legamento o legatura d’amore in magia nera, considerata la natura coercitiva che lo caratterizza, altera pesantemente la volontà dell’individuo e ne azzera la capacità decisionale, inducendolo senza scampo ad assumere un atteggiamento di totale sudditanza e non agendo in alcun modo sulla sfera emotiva e sentimentale.

Perchè evitare la magia nera

Anche qualora il rituale funzioni, tutto ciò di cui si potrà disporre sarà una persona fredda e distaccata, vicina al richiedente solo perchè vincolata esotericamente a farlo ma priva di qualsiasi trasporto sentimentale che possa definirsi tale. Un legamento in magia nera, inoltre, non è più potente nè più veloce di una pratica analoga condotta in magia rossa, nonostante svariati operatori improvvisati siano soliti affermare il contrario. Non esistono legamenti d’amore in sette giorni o comunque in grado di dare risultato in poco tempo, nemmeno in magia nera: un percorso ritualistico VERO ed EFFICACE richiede sempre qualche settimana operativa, posto che la magia non è una corsa contro il tempo bensì un aiuto prezioso da adoperare con sapienza.

Si rifuggano, pertanto, gli pseudo-operatori che propongono rituali di magia demoniaca, evidentemente ignari delle ripercussioni e del comportamento di chi subisce un legamento d’amore in magia nera. L’amore – perchè è di questo che si sta argomentando – è un sentimento libero e spontaneo che può essere certamente favorito, ma mai forzato. Può conoscere momenti di crisi, spesso superabili attraverso un intervento esoterico, ma non ha nulla a che vedere con azioni coercitive che presuppongono uno sterile dominio sul destinatario. Amore non è sinonimo di egoismo: chiunque miri ad avere accanto a sè una persona a tutti i costi, anche quando è palese che non esiste nè mai esisterà un sentimento reciproco, farebbe bene a riflettere sulle cause che non gli permettono di liberarsi di quella che può essere definitiva un’ossessione a tutti gli effetti.

CONTATTA ORA ATHOS
(tel. +39 02 45075380)

Trattamento dei dati personali in conformità al REG. UE 2016/679. Privacy | Termini e Condizioni

Accetto